27/03/17

#EPPURESISTE - 24 aprile @ SOMS: "LEDA. La memoria che resta" + #Leviedelledonnemarchigiane: non solo toponastica" con Osservatorio di Genere

L’Osservatorio di Genere, associazione culturale per gli studi di genere, la promozione delle pari opportunità e della cittadinanza attiva, nata nell 2009 come ramo interno dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea di Macerata, arriva per la prima volta alla SOMS lunedì 24 aprile curando due iniziative nell'ambito di Eppur Resiste - Festa Migrante delle Resistenze e dei Territori.

18.30: LEDA. LA MEMORIA CHE RESTA - Presentazione libro con le autrici Anna Paola Moretti e Maria Grazia Battistoni e discussione con Ninfa Contigiani (Unimc)
“La storiografia non si è interessata a Leda Antinori, giovane staffetta partigiana, ma c’è una rete femminile che racconta di lei e che ha tenuta accesa la fiamma del testimone, che è passata a noi. Agganciando la memoria ai documenti, abbiamo composto con amore quello che ci parla di lei e ricostruito la sua storia affinché non si perda. È la storia di una donna molto giovane ma capace di scelte determinate. La storia di Leda non è solo quella di una vittima del nazifascismo: è una ricerca di libertà dall’occupazione straniera e dall’ideologia fascista, ma anche la ricerca di una misura per sé, senza la necessità di dover corrispondere a modelli imposti. La storia di Leda è un’occasione per riguardare alla presenza delle donne nella Resistenza, che fu partecipazione di massa, silenziosa, anonima, collettiva.”

19.30: “#LEVIEDELLEDONNEMARCHIGIANE: non solo toponomastica” – Letture in mostra di Elena Carrano 


#leviedelledonnemarchigiane. Non solo toponomastica, a cura di Silvia Alessandrini Calisti, Silvia Casilio, Ninfa Contigiani, Claudia Santoni, Macerata, EUM, 2017.

Il volume raccoglie le biografie delle donne votate nel contesto del progetto social #leviedelledonnemarchigiane ideato epromosso dall’Osservatorio di Genere, successivamente accolto dal Consiglio delle donne del Comune di Macerata, al fine di recuperare la memoria di donne del passato protagoniste della società marchigiana e ad oggi proposte come meritevoli di intitolazioni di vie e spazi pubblici delle città delle Marche. Insieme agli Atti del seminario “Cultura, memoria e spazi urbani” svoltosi all’Università di Macerata, il volume si inscrive nel contesto dell’azione di riequilibrio del gender gap presente nella toponomastica italiana voluta anche dall’Anci e si coordina con il lavoro dell’Associazione Toponomastica femminile.

L'iniziativa ha avuto il  patrocinio di Consiglio della Regione Marche - Assemblea Legislativa, CPO Regione Marche, Consiglio delle donne del Comune di Macerata, Associazione nazionale Toponomastica Femminile.

Le donne nominate sono le seguenti e accanto al nome, tra parentesi, è indicato l'autore della biografia:

Sibilla Aleramo (Michela Meschini)

Leda Antinori (Anna Paola Moretti)

Mimma Baldoni Di Cola e Alda Rienzi (Stefania Monteverde)

Adele Bei (Daniela Barbaresi)

Maria Bernardi Magi (Silvia Alessandrini Calisti)

Adalgisa Breviglieri (Massimo Papini)

Rosa Calzecchi Onesti (Meri Marziali)

Maria Grazia Capulli (Maria Cristina Maselli e Silvia Vaccarezza)

Giulia Centurelli (Maria Gabriella Mazzocchi)

Maria Ciccotti (Franca Caprodossi)

Maria Capici (Cinzia Moroni)

Rosina Citeroni (Ilaria Ferrarini)

Egidia Coccia (Rita Forlini)

Margaret Collier (Adriana Schepis)

Monica Crinelli (Carla Ferri)

Nori de' Nobili (Laura Virgili)

Radia Fontanoni (Costantino Di Sante)

Rosina Frulla (Lucrezia Boari)

Maria Goretti (Giulia Angeletti)

Virna Lisi (Lucrezia Ercoli)

Mimma De Ciancanella, ovvero Ines Pieristé (Mario Buldorini)

Joyce Lussu (Camilla Iaconi)

Maria Montessori (Annunziata Brandoni)

Valeria Moriconi (Paola Giorgi)

Ada Natali (Irene Manzi)

Alessandra Nibbi (Vissia Lucarelli)

Ave Ninchi (Paola Giorgi)

Iride Pacella (Gabriella Zagaglia)

Gemma Perchi (Manuela Carloni)

Bice Piacentini (Renata Morresi)

Edmea Pirami (Rita Forlini)

Jader Pojaghi (Barbara Pojaghi)

Dolores Prato (Paola Magnarelli)

Maria Pucci (Ninfa Contigiani)

Caterina Ricci (Federica Pintus)

Derna Scandali (Valeria Talevi)

Silvana Scaramucci (Tiziana Capocasa, Maria Pia Silla)

Francisca Solari (Christine Berthold)

Margerita Sparapani (Carlotta Latini)

Walchiria Terradura (Francesco Rocchetti)

Rosa Tommassetti Piselli (Ilaria Biagioli)

10 marzo 1946 (Carla Marcellini)

Le dieci maestre che vollero votare (Marco Severini)


L'edizione del volume è stata finanziata con un crowdfunding autonomo, gestito dall'Osservatorio di Genere, ovvero un sistema di microfinanziamento dal basso.

24/03/17

#EPPURESISTE- 24 aprile @ SOMS, Corridonia: QELD (Hip Hop) + Rankin Delgado (Dub) Live

Da Bristol (UK) arriva alla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Corridonia il *Working class hip hop* di QELD, gruppo di riferimento della scena underground inglese. Liriche antifa su basi old school, per il serratissimo live di KUSH ZOMBIES, ultima fatica del duo.

Soulful, golden-era, boom-bap beats. Words from anarchist-communists who don't take themselves that seriously. Class war for your dancefloor. 

  ✓QELD Live [Working Class Hip Hop from Bristol]



REVIEW: Kush Zombies: QELD’s Hat Tip to Old School Hip Hop

#EPPURESISTE - 2 aprile 2017 @ Tolentino: "ULTIMI NEL TERREMOTO". Incontro con Silvia Ballestra, autrice di "Vicini alla Terra"

"Sono storie piccole ma danno conforto. Se c'è qualcuno che si occupa anche degli ultimi, mi dico, c'è speranza per tutti, per tutto".

La scrittrice Silvia Ballestra si è occupata in prima persona delle tematiche del terremoto, scrivendone su giornali e social e partecipando attivamente ai movimenti nati dal basso in difesa dei nostri territori colpiti dal sisma. Il 15 febbraio scorso è uscito in libreria VICINI ALLA TERRA. Storie di animali e di uomini che non li dimenticano quando tutto trema (Giunti Editore, 2017), nelle cui pagine l'autrice marchigiana "compie un'impresa forte come l'urgenze con cui è nata, nei giorni in cui la terra ha cominciato a tremare: raccontare un territorio ferito a partire dalle storie di salvataggio degli ultimi".



Domenica 2 aprile a partire dalle 17.00 presso l'Auditorium della Biblioteca Filelfica di Tolentino discuteremo del libro e di tutte le tematiche sociali e politiche ad esso collegate con l'autrice e con attivisti della rete Terre in moto.

La giornata proseguirà alle 18.30 con la presentazione del Gruppo di Acquisto solidale (G.A.S.) di Tolentino e dei suoi prodotti.

Partirà quindi da una delle cittadine più colpite dal sisma, "#eppuResiste - Festa migrante delle Resistenze e dei territori", un percorso a tappe di riflessione, confronto e festa tra borghi marchigiani, che si concluderà con la Festa della Liberazione a Macerata il 25 aprile.

Al termine dell'incontro sarà possibile acquistare il libro: tutti i diritti d'autore saranno destinati sotto forma di materiale didattico alle scuole dei centri colpiti dal terremoto.

APPROFONDIMENTI:

✓ Raccolta di articoli sul sisma di Terre in moto

✓ "Storie bestiali tra le macerie". Recensione di "Vicini alla terra" su Il Manifesto



#EPPURESISTE- Festa migrante delle Resistenze e dei Territori [2 - 25 aprile 2017]



La terra trema, eppur resiste. Ferita, tenace, radicata e meticcia.  

L'Appennino, storie di borghi e di resistenze.

Verso il 72* anniversario della Liberazione dal nazifascismo, associazioni e movimenti insieme per ideare e costruire un percorso di resilienza, attraverso tappe di riflessione, confronto e festa nei luoghi colpiti dal sisma. Contro la strategia dell'abbandono, per continuare a resistere.

Non c'è futuro senza memoria.

Partecipano: ANPI; Basquiat; Brigata di Solidarietà Attiva; Ciclo Macerata Gadap; Csa Sisma; G.A.S. Tolentino; Gruca; Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca”; Nati per leggere; Osservatorio di Genere; Palestra Popolare Macerata; Pro Loco Fiastra; Ratatà Festival; Ricostruiamo Fiastra; Sciarada; SOMS; Sottoradice; Spiazzati!; Terre in moto; Voronoi,

PROGRAMMA

 Domenica 02 aprile
Tolentino [Auditorium Biblioteca Filelfica]
17.00: “ULTIMI NEL TERREMOTO” –- Incontro con Silvia Ballestra, autrice di “Vicini alla Terra” e con attivisti della rete Terre In Moto.
18.30: Presentazione del Gruppo di Acquisto solidale (G.A.S.) di Tolentino e dei suoi prodotti.

 Sabato 8 aprile
Belforte del Chienti [Tendone Protezione Civile via S. Lucia] 
10.30: “Resistenza e Costituzione” – Incontro con Natascia Mattucci (Unimc) [a cura di Anpi]
Camporotondo di Fiastrone [Mediateca Comunale]
16.00: “La strage di Capolapiaggia” – Testimonianza di un sopravvissuto [a cura di Anpi]
 Domenica 9 aprile
Serrapetrona
16.30: “Serrapetrona culla resistente di patrioti e Partigiani 1943-1944” - Incontro con Enzo Calcaterra [a cura di Anpi].
Macerata [Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca”]
16.30 e 18.00: “Generazione Balilla: propaganda di regime nella scuola fascista” - Visita guidata su prenotazione al Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca” (3917145274; museodellascuola@unimc.it) [a cura di Anpi].

 Lunedì 17 aprile
San Lorenzo (Fiastra)
PASQUETTA AL LAGO
9.00: In bici per i Monti Sibillini
Dalle 11.00: Smerrennata al prato!
Dalle 13.00: "C’era una volta e ancora ci sarà" - Letture condivise per famiglie con bambine e bambini resistenti #oraesempreresilienza [a cura di Nati per leggere]
Dalle 15.00: LU TRAINANÀ Live; Marco Cecchetti in “Mala Barista” – Giocoleria da bancone”; Fiabo in “attenzione attenzione … equilibrio!; VINCANTO Live

 Venerdì 21 aprile  
Macerata [Antichi Forni]
MAISONS PERDUES - Inaugurazione mostra collettiva di illustrazione [a cura di Ratatà Festival]

 Domenica 23 aprile
Caldarola-Montalto
9.00: 14° edizione MARCIA DELLA MEMORIA Caldarola-Montalto [a cura di Anpi]
14.30: L’Armata Brancaleone Live
16.00: Assemblea con i sindaci dei Comuni terremotati
 Lunedì 24 aprile
 Corridonia [SOMS – Società Operaia Mutuo Soccorso]
18.00: IL RISVEGLIO DELLA SIBILLA – Mostra fotografica di Eddy Bucci ed Eleonora Ponzio
18.30: LEDA. LA MEMORIA CHE RESTA - Presentazione libro con le autrici Anna Paola Moretti e Maria Grazia Battistoni e discussione con Ninfa Contigiani (Unimc) [a cura di Osservatorio di Genere]
19.30: “#LEVIEDELLEDONNEMARCHIGIANE: non solo toponomastica” – Letture in mostra di Elena Carrano [a cura di Osservatorio di Genere]
22.00: QELD Live (Working class Hip Hop from Bristol)
23.00: KUNTA KINTE SOUND meets RANKIN DELGADO feat. WISE SOUND (DUB & ROOTS)
 25 aprile
Macerata [P.zza Mazzini]
FESTA DELLA LIBERAZIONE a cura di Anpi e Comune di Macerata
9.30: Manifestazione provinciale 72° Anniversario della Liberazione dal Nazifascismo: Corteo dal Monumento alla Resistenza (via F.lli Cioci) a Piazza Mazzini 
12.30: Pranzo condiviso: ognuno porta qualcosa, si mangia insieme. [a cura di Spiazzati!]
16.30: Dimostrazioni e incontri di Muay Thai e Boxe [a cura di Palestra Popolare Macerata]
19.00: Aperitivo in musica con stand gastronomici
21.30: BULLETS Live
22.30 STATUTO Live
Durante tutta la giornata:
 “MARCHE BONTÁ – Gustare Solidale” – Mercatino dei produttori colpiti dal sisma
“STORIE DI BORGHI” - Collettiva fotografica a cura di Terre in moto
Spazio bimbi

23/03/17

#EPPURESISTE - Mostre fotografiche: "IL RISVEGLIO DELLA SIBILLA", 24 aprile @ SOMS, Corridonia; "STORIE DI BORGHI", 25 aprile @ Piazza Mazzini, Macerata

✓ IL RISVEGLIO DELLA SIBILLA,  di Eddy Bucci ed Eleonora Ponzio

24 aprile @ SOMS, Corridonia
La leggendaria profetessa Sibilla pare essersi risvegliata da un lungo sonno, stavolta per ingoiare intere località montane e non solo eroici cavalieri solitari.
 

La mostra “Il risveglio della Sibilla” raccoglie una serie di fotografie scattate nei luoghi dei Sibillini colpiti dal recente sisma, in particolare sono rappresentati i borghi di Arquata del Tronto, Castelluccio di Norcia, Montegallo, Amandola, Garulla e Gualdo. 
Le foto sono state realizzate da Eddy Bucci ed Eleonora Ponzio, lavorando con attrezzatura analogica e curando personalmente le stampe in camera oscura.
La nostra passione è la pellicola. Ci piace quell’attesa che consente di riflettere sullo scatto con più lucidità. Ma soprattutto ci piace lavorare su ogni scatto come un momento unico e irripetibile, che è anche un pretesto per narrare qualcosa di più grande e di più importante dell’immagine stessa.
Il progetto è organizzato in collaborazione con l’associazione giovani Mons Gallorum di Montegallo (AP). L'associazione, dopo il sisma che ha colpito il comune di Montegallo, ha deciso di impegnarsi attraverso un'iniziativa di solidarietà sociale Ricomponi AMO Montegallo. L'obiettivo è quello di raccogliere fondi, che saranno utilizzati per organizzare una serie di eventi e di attività ricreative sul territorio, in collaborazione con l'amministrazione comunale e le attività commerciali.