06/03/10

SIT-IN DI PROTESTA ANTI - RAZZISTA A CORRIDONIA: COMUNICATO STAMPA



Oggi, 6 Marzo 2010, in piazza Alcide De Gasperi a Corridonia si è tenuta una manifestazione nata dall’iniziativa spontanea dell’associazione culturale “Sciarada”, come reazione indignata al messaggio contenuto in un manifesto elettorale provocatorio, razzista e di pessimo gusto. Il messaggio distorto, volto a fomentare odio e paura ingiustificati verso culture differenti, è un pericolo da combattere e contro cui far valere posizioni più aperte e tolleranti.
Alle ore 11:00 ha avuto inizio la pacifica rappresentazione (apartitica e indipendente): i ragazzi promotori dell’iniziativa hanno sfilato nella piazza indossando gli abiti tipici di culture diverse dalla loro (forniti dai migranti), mettendo in mostra provocatori cartelli sul tema dell’uguaglianza dei diritti. Intanto, giovani corridoniani di origine pakistana leggevano a tutti gli “spettatori” presenti, le motivazioni della protesta.
Erano presenti i rappresentati istituzionali della cittadinanza e della regione; i partecipanti erano sia italiani che di origine straniera.
L’esito positivo della manifestazione sarà di sicuro un punto di inizio per altre iniziative sul tema dell’integrazione e dell’uguaglianza.

9 commenti:

Graccu ha detto...

Grazie a tutti i partecipanti e un grazie particolare alla famiglia Campetti

Anonimo ha detto...

Complimenti, giustamente, alla volenterosa e propositiva famiglia Campetti. se fossero tutte così vivremmo in un mondo più facile per tutti. e sopratutto bello.
congratulazione a tutti per la manifistazione antirazzista e contro le discriminazioni che si è svolta oggi a Corridonia. La città infatti conosce da millenni il processo dell'immigrazione. prima i popoli "barbari", gli ebrei, i meridionali, gli albanesi ed infine il resto del mondo.
purtroppo il processo di integrazione sembra cominciare da capo.
ogni volta gli stessi problemi. non siamo abituati a risolverli per colpa della nostra pigrizia e dal basso livello culturale. tante volte, per chi è credente, basta semplicemente agire da "cristiano".
oggi abbiamo segnato un importante momento di rivincita per tutti coloro che quotidianamente applicano l'integrazione a testa bassa, senza il supporto del rumore mediatico. noi dobbiamo ringraziare coloro che mettono in atto tale pratica e fare la nostra parte.
cambiamo queste fetide acque di paura e pregiudizio.

andrea germondari

Anonimo ha detto...

bella per tutti.

Marco ha detto...

La famiglia Campetti ringrazia tutti coloro che hanno vestito e mostrato alla gente l'abito della condivisione, l'abito del rispetto, l'abito della conoscenza, l'abito della comprensione, l'abito dell'altro, l'abito umano......di questo primo passo è stato molto bello sentire il proprio tallone appoggiare sicuro a terra.

Alessandro Canzoneri - PRC Corridonia ha detto...

Se mi è permesso un commento, splendida iniziativa. Non ne sapevo nulla, l'ho incocciata per caso tornando dalla spesa il sabato mattina, mi è risultato spontaneo fermarmi a guardarla a lungo, mano a mano che la performance si svolgeva.
Manifestazione durissima nei contenuti quanto garbata nei toni al tempo stesso. E colorata, ricca di inventiva. Senza partiti di mezzo (giustamente) a metterci il cappello in vista delle regionali.
In una cittadina sbadigliante quale è Corridonia, un'autentica boccata di aria fresca. In un clima di rassegnazione in cui si accetta supinamente ormai di tutto, un gesto di aperta ribellione.
Complimenti, ragazze/i!

P.S.: Sono attivista e membro del consiglio direttivo del Circolo di Corridonia del Partito della Rifondazione Comunista. Se metteremo in piedi iniziative di carattere analogo, vi contatteremo. Se possiamo offrirvi la nostra collaborazione (con o senza bandiere al seguito), contattateci.

Anonimo ha detto...

bene, molto bene. la notizia ha avuto una risonanza nazionale. è stata pubblicata anche sul manifesto a pag. 3, oltre al corriere adriatico, resto del carlino. sono molto contento della protesta.
una polemica però devo farla..non agli amici che hanno organizzato ottimamente l'evento, ma all'amministrazione e al candidato della lega nord che non hanno detto una parola sul tema. su una questione così importante il sindaco dovrebbe (potrebbe) spendere due parole. per una volta che una decina di giovani si spendono su questioni politiche...si potrebbe palesare il proprio pensiero.
il candidato, invece, può solo vergognarsi...
mauro

Anonimo ha detto...

concordo con il signor mauro

Anonimo ha detto...

Ragazzi firmiamoci con nome e cognome altrimenti si capisce poco. La Lega è venuta fuori ieri con un comunicato che è apparso su Cronache Maceratesi dove ci dicono che abbiamo fatto un banale teatrino carnevalesco..mi fanno solo ridere!! questo è il link http://www.cronachemaceratesi.it/?p=17482 .
Io ho commentato invitando le varie persone a leggere questo blog (c'erano già 10 commenti sull'articolo ma penso che nessuno sapesse il xkè di quella risposta della Lega).
Saluti a tutti e ancora complimenti alla famiglia Campetti ma anche a tutti gli altri per come è riuscita la manifestazione.
Mi aggrego anche io ai complimenti ai giornalisti che una volta tanto non hanno travisato il senso della manifestazione

Anonimo ha detto...

ho dimenticato di firmarmi!!! Mauro Salvucci